STATISTICHE INTERNAZIONALI

Ogni giorno negli Stati Uniti, 2.500 giovani (tra i 12 ed i 17 anni) abusano per la prima volta di antidolorifici prescritti.

L’abuso dei farmaci prescritti, al giorno d’oggi, è un fatto molto comune negli Stati Uniti ed è anche un problema in molte altre aree del mondo, incluse l’Europa, il Sudafrica e l’Asia del sud. Solo negli Stati Uniti, più di 15 milioni di persone abusano di farmaci prescritti, più dei consumatori di cocaina, allucinogeni, sostanze inalanti ed eroina messi assieme.

Nel 2006 negli Stati Uniti 2,6 milioni di persone hanno abusato di farmaci prescritti per la prima volta.

Un sondaggio fatto nel 2007 negli Stati Uniti ha rivelato che il 3,3% dei giovani tra i 12 e i 17 anni e il 6% di quelli tra i 17 e i 25 anni aveva abusato di farmaci prescritti nel mese precedente.

L’abuso di farmaci prescritti ha causato la più alta percentuale di morti per overdose. Dei 22.400 morti per overdose negli Stati Uniti nel 2005, si è scoperto che gli antidolorifici oppiacei sono stati la causa più comune di morte, causandone il 38,2%.

Nel 2005, 4,4 milioni di adolescenti (dai 12 ai 17 anni) negli Stati Uniti ha ammesso di prendere antidolorifici prescritti, e 2,3 milioni hanno preso uno stimolante prescritto, come ad esempio il Ritalin. 2,2 milioni hanno abusato di farmaci senza prescrizione come lo sciroppo per la tosse. L’età media del primo utilizzo è ora tra i 13 e i 14 anni.

CAUSA DI MORTE

Farmaci
prescritti

Droghe illegali
Combinate:
39%
45%(Anfetamina
+ Eroina
+ Metanfetamina
+ Cocaina)

Sedativi, oppiacei e antidepressivi sono responsabili per un numero maggiore di morti da overdose (45%) di cocaina, eroina, metanfetamine e anfetamine (39%) messe assieme. Negli Stati Uniti, la maggior parte delle morti avevano luogo nei quartieri afroamericani del centro città, ma questo tasso è stato ora sorpassato da quello delle comunità bianche rurali. La stessa tendenza si può vedere dall’ammontare di ricoveri in ospedale per abuso di sostanze e di ricoveri d’emergenza per overdose. Su 1,4 milioni di ricoveri di emergenza dovuti alle droghe nel 2005, 598.542 sono stati associati all’abuso di farmaci assunti da soli o con altre droghe.

Secondo un sondaggio, quasi il 50% degli adolescenti crede che assumere farmaci prescritti sia molto più sicuro che assumere droghe illegali. Tra 60 e il 70% di essi affermano che il loro armadietto farmaceutico è la fonte da cui attingono le droghe.

In base a quanto dice il Centro Nazionale sulla Dipendenza e Abuso di Sostanze dell’Università della Columbia, gli adolescenti che abusano dei farmaci hanno il doppio delle possibilità di far uso di alcolici, il quintuplo delle probabilità che utilizzino marijuana e dalle dodici alle venti probabilità in più di utilizzare droghe da illegali come l’eroina, l’ecstasy e la cocaina, rispetto agli adolescenti che non abusano dei farmaci prescritti.

Nel 2007, la Drug Enforcement Administration ha scoperto che l’abuso dell’antidolorifico Fentanyl ha ucciso più di 1.000 persone negli Stati Uniti, solo in quell’anno. È da trenta a cinquanta volte più potente dell’eroina.

“Mi sono accorto che stavo usando più Xanax regolarmente. Ho preso un permesso dal lavoro per venirne fuori. Senza sapere che ne ero dipendente, ho smesso ‘bruscamente’. Sono rimasta a letto per quattro giorni e quattro notti. Non mangiavo e non dormivo. Vomitavo. Avevo le allucinazioni. Circa al terzo giorno senza Xanax incominciavo a diventare scoordinata, perdevo l’equilibrio e andavo a sbattere contro le cose. Al quarto giorno ero molto preoccupata quando ho incominciato ad avere degli spasmi nervosi.” – Patricia