INALANTI

“Mi sono effettivamente ritrovato a parlare di ciò che chiamo ‘gli amici del gas’ (allucinazioni). Un giorno stavo inalando delle sostanze e pensai che il mio amico fosse morto perché avevo avuto un’allucinazione su di lui. Mi sono ritrovato a inalare non solo per le visioni, ma per la compagnia di questi ‘compagni’ immaginari che venivano da me quando cominciavo ad inalare. Stavo lottando con questa assuefazione da circa sette mesi.”  Erik

“Per tre giorni un amico mi diede colla gratuitamente. Al quarto giorno mi ha chiesto dei soldi. In quel momento, ero dipendente e ho dovuto dargli i soldi per avere un tubo di colla. Avevo bisogno di diversi tubi di colla al giorno.”  Marty

“Per quattordici anni e mezzo è stata una prograssione costante da sniffare colla, a sniffare benzina, ai funghi magici...Poi ho cominciato con la cannabis. Spendevo i miei soldi su quanta più cannabis riuscivo a mettere mano. Dopo, divenni abbastanza grande da andare nei locali e così in questi posti cominciai ad usare le anfetamine e l’Ecstasy.

Ho cominciato a frequentare persone che prendevano eroina e ben presto ho cominciato ad usarla sempre di più finché non ne sono diventato dipendente. Allora non avevo idea del danno che mi avrebbe provocato in seguito. Difatti, scontavo una condanna in prigione dopo l’altra, rubando nelle case, rubando dalla mia famiglia. Tutto il dolore e il dispiacere che ho causato loro è stato peggiore dei furti materiali.”  Jamie

“Jason era stato a casa di un amico e aveva sniffato colla o gas per accendini, forse entrambi. Tornando a scuola, Jason perse i sensi varie volte. Alla fine, cadde e non si risvegliò più. Quando arrivammo per portarlo all’ospedale era troppo tardi.” Cathy, madre

“Domani è il sesto anniversario della morte di nostro figlio Justin. Aveva sedici anni. È morto per aver inalato spray per l’ambiente, un abuso di sostanza inalante. La sua morte insensata ha sconvolto il mondo di tutti quelli che lo conoscevano. Justin era uno studente modello che amava la vita e che l’abbracciava con entusiasmo (era una fonte di ispirazione per molti). Mi chiederò sempre se Justin sarebbe ancora tra noi oggi, se fosse stato a conoscenza dei rischi che stava correndo.”  Jackie, madre