Crystal meth

CHE COS’È IL CRYSTAL METH?

Per gentile concessione di istock.com/Lou Oats

Crystal meth è l’abbreviazione di “metanfetamina in cristalli”. Non è che un tipo di metanfetamina.

È una droga cristallina bianca che si assume “sniffandola” (inalandola attraverso il naso), fumandola o iniettandola con un ago. Qualcuno la assume persino per via orale, ma in ogni caso si sviluppa un forte desiderio di continuare ad assumerla, poiché crea un falso senso di felicità e benessere: un impeto di fiducia, iperattività ed energia, chiamato “rush” (forte sensazione). Si sperimenta anche una diminuzione dell’appetito. Questi effetti durano in genere dalle sei alle otto ore, ma possono durare fino a ventiquattro ore.

La prima volta potrebbe procurare del piacere, ma la metanfetamina inizia fin da subito a rovinare l’esistenza delle persone che l’assumono.

Consumatrice di Meth nel 2002
...e 2 anni e mezzo dopo

Che cos’è la Metanfetamina?

La Metanfetamina è una droga illegale della stessa classe della cocaina e di altre potenti droghe da strada. Ha molti soprannomi: meth, crank, chalk o speed tra i più comuni. (Vedi l’elenco dei nomi delle droghe da strada.)

Il Crystal meth viene utilizzato da individui di tutte le età, ma è più comunemente usato come “droga club”, da prendere alle feste, nei locali o ai rave party. I suoi nomi gergali più comuni sono ghiaccio o vetro.

Si tratta di un prodotto chimico pericoloso e potente e, come tutte le droghe, di un veleno che agisce in primo luogo come stimolante, ma poi comincia a distruggere sistematicamente il corpo. Quindi viene associato a gravi condizioni di salute, inclusa la perdita di memoria, l’aggressività, il comportamento psicotico e, potenzialmente, danni al cuore e al cervello.

Il meth causa una forte dipendenza, brucia le risorse del corpo creando un’assuefazione devastante, che può essere alleviata solamente prendendone di più.

Gli effetti del Crystal meth sono molto intensi, e chi ne ha fatto uso riferisce di esserne diventato dipendente dalla prima volta che l’ha usato.

“L’ho provato una volta e... BOOM! Ne sono diventato dipendente,” dice una persona dipendente dal meth, che ha perso la sua famiglia, i suoi amici, la sua carriera di musicista ed ha finito per diventare un senzatetto.

Di conseguenza, è uno dei tipi di dipendenza di cui è più difficile occuparsi e molte persone muoiono mentre sono nella sua morsa.

“Ho iniziato ad usare crystal meth quando ero al liceo. Prima ancora che il primo semestre finisse, il meth diventò un problema tale che dovetti abbandonare gli studi. Dopo aver passato ore a guardarmi allo specchio e punzecchiarmi, mi ero ridotta a sembrare una che ha la varicella. Passavo tutto il mio tempo facendomi di meth, o cercando di procurarmelo.”
- Anne Marie

REFERENCES


  1. European Monitoring Centre for Drugs and Drug Addiction, Statistical Bulletin 2008
  2. Interpol report on Methamphetamine, 27 September 2005
  3. “Methamphetamine Facts & Figures,” Office of National Drug Control Policy, 2008
  4. Narconon International information on methamphetamine, www.narconon.org
  5. Newsweek, “The Meth Epidemic: Inside America’s New Drug Crisis,” 8 August 2005
  6. State of Hawaii, Office of Lt. Governor news release, 31 October 2007
  7. “County knocks meth use,” 9 July 2008, SignonSanDiego.com
  8. Substance Abuse and Mental Health Services Administration news release, 15 February 2008
  9. United Nations Office of Drugs and Crime report on Methamphetamine, 1998
  10. Youth Risk Behavior Surveillance System 2007 study, Centers for Disease Control and Prevention
  11. U.S. Drug Enforcement Administration report on Methamphetamine, October 2005
  12. U.S. National Institute on Drug Abuse report on Methamphetamine, May 2005
  13. United Nations Office on Drugs and Crime World Drug Report 2008
  14. “National Methamphetamine Threat Assessment 2008,” National Drug Intelligence Center, U.S. Department of Justice